Olio su tela del pieno '700 (XVIII secolo) marchigiano ad opera del Maestro Filippo Ricci, nato a Fermo (FM)  nel 1715 e ivi morto nel 1793. La tela, delle dimensioni di circa un metro e dieci di base per un metro e quarantacinque di altezza, è incorniciata in una Salvator Rosa coeva e raffigura una Sacra Famiglia con sant'Anna che porge al piccolo Gesù una ciliegia. L'opera era conservata e venerata nella cappellina del palazzo avito della famiglia Capecci ad Acquaviva Picena (AP).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Olio su tela del pieno '700 (XVIII secolo) marchigiano ad opera di un importante Maestro rimasto anonimo. L'opera, anch'essa incorniciata in una Salvator Rosa, è dimensionalmente un po' più piccola della precedente e raffigura un rarissimo esempio di sant'Emidio con la barba in atto di proteggere la città di Acquaviva Picena dal terremoto. E' noto, infatti, che il Vescovo sant'Emidio, patrono dei terremoti, nella iconografia classica pittorica venga raffigurato sempre e soltanto senza barba, ad indicare la sua giovanissima età. Anche questa tela era conservata e venerata all'interno dell'avito palazzo che la famiglia Capecci possedeva ad Acquaviva Picena (AP).